Medjugorje - Viaggiare in Pullman - Autonoleggio Losio - Vous Allez Viaggi

Vai ai contenuti

Medjugorje

Mete Religiose


a partire da
350.00€

Itinerario spirituale:
Pellegrinaggio a Medjugorje
Dal 13 al 18 Giugno 2015


Questa località è diventata celebre nel mondo perché, il 24 giugno del 1981, Vicka Ivanković, Mirijana Dragičević, Marija Pavlović, Ivan Dragičević, Ivanka Ivanković e Jakov Čolo (che allora avevano tra 10 e 16 anni, oggi sono tutti adulti, padri e madri di famiglia) affermano di ricevere apparizioni della Vergine Maria, che si presenterebbe con il titolo di "Regina della Pace" (Kraljica Mira). Per questo motivo Međugorje è divenuta oggi una famosa meta di numerosi pellegrinaggi.


Pellegrinaggio a MEDJUGORJE
dal 30 Dicembre 2015 al 3 Gennaio 2016



La quota individuale di partecipazione è
€ 350,00

Supplementi: camera singola € 60,00
1° GIORNO (30 dicembre 2015) Ritrovo dei partecipanti alle ore 4:00 nei luoghi prestabiliti e partenza in pullman G.T.L in direzione di Medjugorje – soste in autogrill lungo il percorso. Pranzo ristorante . In serata arrivo a Medjugorje , sistemazione in hotel, assegnazione delle camere riservate , cena e pernottamento.

31 Dicembre, 1 e 2 Gennaio 2016 Il tempo verrà dedicato a vivere l’esperienza spirituale unica di Medjugorje, con preghiere, salita al Podrobo (collina delle apparizioni) monte Krizevac
(montagna della croce) visita al Cristo Risorto, partecipazione alle attività parrocchiali, nonché visite e testimonianze delle varie comunità locali presenti nella zona. Trattamento di pensione completa in hotel.

5° GIORNO (3 Gennaio 2016) Prima colazione in hotel. Partenza per il viaggio di rientro – soste facoltative in autogrill lungo il percorso. Pranzo in ristorante. Arrivo previsto in serata nei luoghi di partenza.


Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a:

Agenzia Vous Allez Viaggi snc
- Ghedi (BS) tel: 030.90.50.346
[link:2]info@vousallezviaggi.it[/link:2]


oppure

Autonoleggio Losio
- Leno (BS) tel: 030.90.61.72
[link:1]info@autonoleggiolosio.it[/link:1]


Documenti Necessari: per il viaggio è richiesto il possesso della carta d’ identità personale la quale non è ritenuta valida dalle autorità croate e bosniache , se riportante il timbro di proroga di validità. E’ da ritenersi comunque valido il passaporto ( senza visto ma comunque in corso di validità) .

Minori di 15 anni: passaporto individuale o iscrizione sul passaporto dei genitori viaggianti , nel caso fosse stato rilasciato prima del 14/11/2009.

La quota comprende:

  • Viaggio a/r in pullman G.T.L

  • Sistemazione in camera doppia in pensione 

  • Trattamento di pensione completa in hotel e ristorante come da programma

  • Bevande comprese

  • Assicurazione personale medica e del bagaglio

  • Iva e tasse

  • Organizzazione tec - Vous Allez viaggi snc - Ghedi (Bs)


La quota non comprende:

  • Ingressi vari, mance, servizio guida ove non specificato, extra personali e tutto quanto non menzionato nella voce ”la quota comprende”.

Medjugorje

Međugorje è una piccola località del comune di Čitluk, oggi parte del cantone dell'Erzegovina-Narenta, della Federazione di Bosnia ed Erzegovina, in Bosnia ed Erzegovina. Il paese si trova ad un'altitudine di circa 200 metri sopra il livello del mare ed è situato alla base di due colline, il Križevac ed il Podbrdo. Il clima è tipicamente mediterraneo. I suoi cittadini sono prevalentemente di etnia croata e la religione professata dagli abitanti è quella cattolica. La parrocchia di Međugorje ha competenza anche per i villaggi di Bijakovići, Vionica, Miletina e Šurmanci. Il suo patrono è san Giacomo. Il termine Međugorje è un nome scomponibile in među e gorje, ovvero zona tra le colline: il Podbrdo ed il Križevac.

Le apparizioni mariane

Questa località è diventata celebre nel mondo perché il 24 giugno del 1981 Vicka Ivanković, Mirijana Dragičević, Marija Pavlović, Ivan Dragičević, Ivanka Ivanković e Jakov Čolo (che allora avevano tra 10 e 16 anni, oggi sono tutti adulti, padri e madri di famiglia) affermano di ricevere apparizioni della Vergine Maria, che si presenterebbe con il titolo di "Regina della Pace" (Kraljica Mira). Per questo motivo Međugorje è divenuta oggi una famosa meta di numerosi pellegrinaggi. La posizione attuale della Chiesa sulle apparizioni è di "non constat de supernaturalitate" (non c'è evidenza di soprannaturale), come sancito dalla Dichiarazione di Zara (1990), dato che l'evento in sé non è ancora terminato. Però nelle Normae S. Congregationis pro doctrina fidei de modo procedendi in iudicandis praesumptis apparitionibus ac revelationibus, il documento ufficiale approvato nel 1978 da Papa Paolo VI che contiene le indicazioni cui i pastori devono attenersi nell'emettere il giudizio di veridicità riguardo ad una presunta apparizione, sono contemplate due formule giuridiche che sanciscono lo stato del fenomeno in esame: "constat de supernaturalitate" e "constat de non supernaturalitate", traducibili rispettivamente come "risulta essere soprannaturale" e "risulta essere non soprannaturale". Tuttavia nel caso delle apparizioni mariane di Međugorje, nel 1991 la Conferenza episcopale jugoslava raggiunse una formulazione di compromesso (unico caso nella storia delle apparizioni mariane) adottando la formula "non constat de supernaturalitate" (non risulta essere soprannaturale), lasciando così la porta aperta. Non si è voluto cioè escludere a priori che ci siano davvero apparizioni mariane a Međugorje (come sarebbe stato se si fosse utilizzata la formula ufficiale). Nel marzo 2010, la Santa Sede ha formato una Commissione internazionale di inchiesta per indagare sui fatti. Tale commissione è composta da vescovi, teologi ed altri esperti, sotto la guida del cardinale Camillo Ruini. Il 17 gennaio 2014, a conclusione dei lavori, svolti nel più assoluto riserbo, gli stessi sono stati consegnati alla Congregazione per la Dottrina della Fede.

Torna ai contenuti